MATTEO ZARBO STUDIO | Fotografo Opere d'Arte Milano - Studio Matteo Zarbo
Matteo Zarbo è un fotografo specializzato in still life di opere d'arte per pubblicazioni. Laurato in storia dell'arte si dedica da 20 anni alla fotografia di quadri, scultura e design.
fotografo arte milano zarbo
222
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-222,qode-social-login-1.0,qode-restaurant-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.5,fs-menu-animation-line-through,popup-menu-text-from-top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
 

BIOGRAFIA

Mi sono laureato in Storia dell’Arte Contemporanea, con una tesi di iconografia, presso l’Università Statale di Milano nel 2004 con Antonello Negri.

Già durante gli studi, dopo un primo approccio all’attività di curatela, con il sodalizio di Lettera22, mi sono dedicato con sempre maggior interesse alla produzione di contenuti didattici in collaborazione con la Fondazione Mazzotta.

In seguito, collaborando anche con la casa editrice Mazzotta, ho aperto i miei interessi da un lato al campo della fotografia di opere d’arte e dall’altro alla progettazione e realizzazione di allestimenti espositivi.

Oggi le tre aree di interesse, che costantemente mi trattengono attorno all’arte, proseguono a convivere senza conflitti.

Principalmente mi occupo di fotografia di opere d’arte per pubblicazioni ed expertise, lavorando con privati, case d’aste, artisti e archivi. Collaboro anche con gallerie ed editori, musei ed esposizioni temporanee per progetti fotografici.

Collaboro a diverso titolo con alcuni archivi d’artista (Pietro Coletta, Gianni Colombo, Gillo Dorfles, Sandro Martini, Salvatore Scarpitta, Angelo Savelli, Gianfilippo Usellini) per la conservazione e tutela delle opere, la cura del repertorio iconografico per la pubblicazione di monografie e cataloghi generali, l’archiviazione e digitalizzazione dei materiali.

Mi dedico sia alla creazione di allestimenti di mostre che di ricostruzioni di opere d’arte.

Negli ultimi anni l’attenzione curatoriale si è spostata dalla collaborazione con alcune riviste di settore allo studio e alla redazione di biografie di artisti per monografie e cataloghi ragionati.

 

“Quando è ben fatta, la fotografia è interessante. Quando è fatta molto bene, diventa irrazionale e persino magica. Non ha nulla a che vedere con la volontà o il desiderio cosciente del fotografo. Quando la fotografia accade, succede senza sforzo, come un dono che non va interrogato né analizzato.” Elliott Erwitt